The Storytellers project involves people and stakeholders  along the whole journey to refine the concept and to iterate the prototypes through the insights gained on the field.


Storytellers + Parents + Kids

I would like to meet you: parents, kids and seniors, talk to you about the Storytellers concept and let you play with the prototypes. Our meetings are meant to harvest your genuine feedback on the idea and explore its potential and possible development with you, so that the Storytellers project could become really meaningful in your life. You will be co-creating the concept with me and prototyping its experience through different research tools I will be providing you with. I promise: it will be fun!

 

Nice to know:

  • I love kids and I care that they are safe, secure and respected. Kids participating in the Storytellers process will be always surrounded and supported by their parents during the co-creation and prototyping sessions.
  • No-one is in danger of electroshock ;).  Prototypes will be made from un-harmful materials (paper, wood, etc.) and based on low-voltage technology.
  • No need to have any particular knowledge on kids literature or technology.
  • Each co-creation and prototyping session will last around a couple of hours. We will agree together on the best time for you and respect the timing.
  • I'd like to meet you in persons and have hands-on sessions with you, but I will also organise remote sessions on Skype with people physically far from me who would like to contribute.
  • The recruitment runs on a rolling basis all year round and according to the phase the project is in, you will take part to different research activities.

Libraries

Libraries are conceived as the main provider of the Storytellers project, so it is crucial to co-create the service with the people working in them and using them. Moreover, I am interested in partnering with libraries to co-host workshops and prototyping sessions during the process.


Sponsors

The Storytellers is a self-initiated project and enthusiast sponsors are welcome to endorse and support the project by making resources available. Storytellers has already received support from Makeblock, which has provided its mBot for the building of the Storybell prototype, and now is particularly looking for a pico projector and a 3d printing service.


Join the project!

Rauschenberg in his studio with his assistant' baby

- Courtesy of Robert Rauschenberg Foundation

 

If you are an illustrator and like The Storytellers Project, you may want to participate in the co-creation session with a writer!

How will stories be written and illustrated
if they are created originally for The Storytellers platform?
— Research question

Engaging in a fun and highly interactive process guided by myself - the designer of the project, participating illustrators will be prompted to brainstorm, envision and visualize how to illustrate a story that is being written expressively for The Storytellers platform. What will I ask you to illustrate? I can't tell you right now! You will be given a task and act on that, otherwise I will spoil the whole experience and ruin the research.  

I would like rehearse a new way of writing and illustrating between you- the illustrator- and the writer. The outcome of your cooperation- text and pictures- will be put together by me in a new form so that the remote reading experience could be engaging and creative for seniors and kids.

I can just tell you that you shouldn't expect as an outcome an e-book or paper book as we are used to :)

To show your interest in participating as an illustrator, you are invited to fill the form below and I will be back to you with more information as soon as possible!

 
Name *
Name

************Sorry, this section is in Italian because the activity will be run among Italian speaking people only for now!*************

 

"Nove modi per insegnare ai ragazzi
a odiare la lettura"

1. Presentare il libro come una alternativa alla TV
2. Presentare il libro come alternativo al fumetto
3. Dire ai bambini di oggi che i bambini di una volta leggevano di più
4. Ritenere che i bambini abbiano troppe distrazioni
5. Dar la colpa ai bambini se non amano la lettura
6. Trasformare il libro in uno strumento di tortura
7. Rifiutarsi di leggere a! bambino
8. Non offrire una scelta sufficiente
9. Ordinare di leggere

Gianni Rodari
da "Il giornale dei genitori"- 1966

 

Ti piacerebbe essere chiamato al telefono da una mamma e leggere al telefono un libro per l’infanzia a suo figlio?

Per lo sviluppo del progetto Storytellers sto ricercando lettori adulti, pensionati e non, che si entusiasmino all’idea di poter ricevere una telefonata e leggere una storia al bambino dall’altro capo del telefono.

Questa attività mi aiuterà a capire che tipo di interazioni nascono tra madre, lettore e bambino durante una sessione di lettura remota, quando non si ci trova nella stessa stanza, non ci si può guardare negli occhi e magari non ci si conosce già di persona.

L’attività durerà circa 3/4 settimane e partirà intorno al 15 novembre 2018, non appena avrò concluso con il raccogliere le adesioni.

Ti piacerebbe essere chiamato al telefono da una mamma
e
leggere al telefono un libro per l’infanzia a suo figlio?

INFORMAZIONI UTILI

Per partecipare ti basterà avere un numero di telefono fisso o di cellulare e dare la tua disponibilità a ricevere le telefonate da parte delle mamme nelle ore della giornata che deciderai tu.

Ti spedirò presso il tuo indirizzo di casa alcuni libri per l’infanzia che potrai leggere al telefono. Il pagamento dei libri e la spedizione saranno a carico mio.

Se durante la durata dell’attività ti dovesse per qualsiasi motivo capitare di avere degli imprevisti e fossi impossibilitato a rispondere al telefono e leggere, non ti preoccupare! La mamma avrà una serie di numeri di telefono di lettori da porter contattare e potrà tranquillamente decidere di chiamare un’altra persona se tu non rispondessi al telefono. Estendendo la possibilità di telefonare ad un gruppo ampio di potenziali lettori e non solo ad una singola persona, si cerca il più possibile di limitare le possibilità di deludere le aspettative di lettura del bambino.

Mamme e lettori non si conosceranno personalmente prima di avviare la prima conversazione telefonica ed io fungerò da “garante” poichè sarò la sola a conoscere entrambi. Per questo motivo, ti chiedo il permesso di creare una tua scheda di presentazione in cui riporterò la tua foto ritratto, il tuo numero di telefono, il tuo indirizzo ed una tua piccola biografia. Nella scheda saranno anche riportati gli orari in cui sei disponibile a leggere per ciascun giorno della settimana. Consegnerò le schede di presentazione dei lettori unicamente alle mamme e non saranno mai rese pubbliche per alcun motivo.

 
Nome *
Nome
Indirizzo di residenza *
Indirizzo di residenza
Telefono *
Telefono